Pedagogia al supermercato

di

Che cosa c’entrano la pedagogia e l’educazione con il supermercato?

L’idea di questo post è nata chiacchierando con una cara amica preoccupata di non riuscire a fare la spesa con un minimo di tranquillità se accompagnata dalla sua vivace bimba di due anni.

Tutti sappiamo che il supermercato è pieno di colori, di prodotti che attirano l’attenzione e per il bambino rappresenta un mondo fantastico ed estremamente ricco di stimoli: tante cose da toccare e da prendere in mano (e magari da infilare nel carrello se la mamma o il papà stanno guardando da un’altra parte!), "voglio questo, voglio quello" (e capricci inevitabili), le lunghe corsie che invitano a correre a più non posso… Per un bambino, quindi, la spesa può essere divertente ma per il genitore rischia di diventare un momento molto stressante.

Come fare?

Anche al supermercato possiamo attuare alcune strategie che rendano il momento della spesa più piacevole per il genitore e più educativo e costruttivo per il bambino:

  • a casa, anticipiamo a parole che andremo al supermercato insieme per fare la spesa e che il bambino dovrà essere molto bravo ad aiutarci;
  • coinvolgiamo il bambino nel fare la lista, inizialmente magari scegliamo di acquistare pochi articoli. Possiamo dargli un foglio su cui incollare le immagini dei prodotti ritagliate dai volantini (se non sa leggere) e accanto scriviamone comunque il nome in stampato maiuscolo per stimolare la naturale curiosità e propensione alla lettura delle parole;
  • al supermercato facciamogli usare il cestino (quello con le ruote, se c’è) e facciamoci dire da lui che cosa c’è scritto sulla lista, un prodotto per volta, che poi ci aiuterà a prendere dallo scaffale e riporrà nel cestino;
  • lodiamo sempre i suoi comportamenti adeguati e, ogni tanto, possiamo concedergli un piccolo premio materiale nell’immediato (un giocattolo, un dolcetto) per rinforzare il comportamento positivo.

Queste strategie non ci possono evitare eventuali capricci, naturali nel bambino soprattutto piccolo, e non ci possono garantire una spesa tranquilla come se fossimo da soli; tuttavia sono utili per rendere il momento della spesa più piacevole, ci aiutano a gestire il bambino e la sua vivacità attraverso il suo diretto coinvolgimento in ciò che si fa e, al contempo, abbiamo trovato un’occasione educativa in più nella nostra vita quotidiana.

E tu, quali strategie usi per fare la spesa insieme al tuo bambino?

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su Facebook.
Per non perdere gli aggiornamenti puoi fare Like alla mia pagina Facebook Il Giardino Pedagogico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Salvataggio del commento in corso...

Grazie per il tuo commento.

Il tuo commento è stato ricevuto correttamente e verrà visualizzato non appena verrà approvato dall'amministratore.