Bambini che mangiano... la tv

di

Non molto tempo fa parlavo con una mamma, la quale mi diceva quanto fosse difficile per lei fare in modo che i suoi bambini non guardino la televisione durante i pasti, aggiungendo poi che in fondo non è una cosa così grave pranzare e cenare con lo schermo acceso.

Non è una novità e non si tratta purtroppo di un caso isolato: le ricerche ci dicono che in Italia ben 7 bambini su 10 guardano la tv durante i pasti. Sappiamo bene quali sono le conseguenze di questa cattiva abitudine che va ad intaccare ad esempio la salute, la percezione e le abilità relazionali dei bambini.

Infatti, è dimostrato che guardare la tv mentre si mangia può portare al sovrappeso e addirittura all’obesità infantile. La televisione accesa distrae i bambini che, imbambolati, non fanno caso a quello che hanno nel piatto e a quello che poi mettono in bocca, con il risultato di non raggiungere il senso di sazietà proprio perché… il loro cervello è distratto dal cartone animato o dal loro programma preferito.

Si tratta di una vera e propria distrazione percettiva e, se a questo aggiungiamo che i bambini tendono a desiderare e a preferire le merendine e gli alimenti poco sani pubblicizzati in tv tra un cartone e l’altro, la strada per il sovrappeso e l’obesità è davvero breve. Mangiare con la televisione accesa, ovviamente, non consente nemmeno il dialogo e la relazione in famiglia: tutti sono distratti dallo schermo e non si parla.

Per evitare inutili distrazioni, per mangiare insieme e in modo più salutare, per dialogare in famiglia bisogna necessariamente spegnere la televisione.

Non esistono alternative. I genitori devono essere i primi a fare questo passo: la tv in cucina non serve e, se proprio si deve guardare il telegiornale, oggi ci sono altri modi per aggiornarsi su ciò che accade nel mondo (Internet, per esempio).

Questo non significa demonizzare la tv, ma educare ad un suo uso corretto. C’è un tempo per ogni cosa: il tempo del pranzo e della cena, il tempo del gioco, il tempo dei compiti e il tempo del cartone animato. I bambini hanno bisogno di regole, di orari, di sane routine e di buone abitudini: se spegniamo la televisione guadagnamo tempo per dialogare e per stare insieme e, cosa non da poco, i bambini staranno sicuramente più tranquilli e più composti a tavola.

Come detto in un post di qualche tempo fa, l’educazione passa anche dalla cucina: coinvolgiamo i bambini nella preparazione dei pasti e nell’apparecchiare e sparecchiare la tavola. Si sentiranno utili, si divertiranno e impareranno molto di più rispetto allo stare davanti alla tv nell’attesa che la cena sia pronta.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su Facebook.
Per non perdere gli aggiornamenti puoi fare Like alla mia pagina Facebook Il Giardino Pedagogico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Salvataggio del commento in corso...

Grazie per il tuo commento.

Il tuo commento è stato ricevuto correttamente e verrà visualizzato non appena verrà approvato dall'amministratore.