Il Pedagogista

Chi è e perché potresti averne bisogno

di

Che lavoro fai? La Pedagogista.

Molto spesso, chi mi fa questa domanda e ascolta la mia risposta, rimane un po’ interdetto e controbatte dicendo: “Ah, sì, fai la maestra… oppure sei una specie di psicologa?”.

Il Pedagogista non è un insegnante, non è una strana specie di psicologo ma è l’esperto dell’Educazione. Ha una laurea magistrale in Pedagogia e sicuramente nel suo curriculum ci sono tanti studi teorici ma anche moltissime esperienze pratiche come Educatore. Non si occupa solamente di bambini, ma anche di adulti. Non a caso, si parla di lifelong education: l’educazione coinvolge tutto l’arco della nostra esistenza.

Perché tu, genitore, potresti aver bisogno di un Pedagogista

La genitorialità, come sappiamo, è un lungo percorso entusiasmante ma è anche caratterizzata da ostacoli, momenti di crisi e di arresto, fatiche e timori.

Un genitore potrebbe trovarsi in una situazione di confusione e di stallo:

  • perché vorrebbe modificare il proprio modo di educare, ma non sa come fare;

  • perché non sa come aiutare il proprio figlio di fronte ad un suo specifico problema;

  • perché la scuola ha segnalato una difficoltà nell’apprendimento o nel comportamento e da tempo vaga tra diversi specialisti senza riuscire a venirne a capo.

Sono solo alcuni esempi, ma tu mamma, tu papà, sai sicuramente allungare l’elenco delle tue difficoltà.

3 presupposti necessari per avviare un percorso insieme al Pedagogista

Il Pedagogista non fa diagnosi e non risolve i problemi al posto tuo.

Il Pedagogista ti accoglie con cura e dedica attenzione alla persona che sei, senza giudicarti, ed elabora un progetto educativo personalizzato e condiviso.

Il Pedagogista mette in campo le proprie capacità di ascolto e le proprie competenze per fare emergere e per promuovere le risorse già presenti nella tua famiglia, nel tuo bambino. Risorse che per qualche ragione sono nascoste o delle quali non siete pienamente consapevoli.

Il Pedagogista viaggia insieme alla tua famiglia, insieme al tuo bambino, con l’obiettivo di rendervi autonomi. Quindi lavora con l’obiettivo, un giorno, di non servire più perché avete appreso come camminare con le vostre gambe.

Se il Pedagogista ti affianca, da parte tua sono necessarie tre cose fondamentali:

  1. CONSAPEVOLEZZA: il primo passo è quello di riconoscere di avere una difficoltà e di avere bisogno di un aiuto specialistico. Non è facile ammettere e accettare questo, ma la consapevolezza può innescare il processo di cambiamento e di crescita.

  2. VOGLIA DI METTERSI IN GIOCO: di fare fatica, di esplorare se stessi, il rapporto con l’altro genitore e con i propri figli, senza paure.

  3. FIDUCIA nella figura educativa che affiancherà la tua famiglia: non è lì per giudicarti, ma per collaborare con te.

Cosa stai aspettando?

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su Facebook.
Per non perdere gli aggiornamenti puoi fare Like alla mia pagina Facebook Il Giardino Pedagogico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Salvataggio del commento in corso...

Grazie per il tuo commento.

Il tuo commento è stato ricevuto correttamente e verrà visualizzato non appena verrà approvato dall'amministratore.