#fiducia

  • L'amico immaginario

    Quello dell’amico immaginario è un fenomeno che può riguardare i bambini nell’età compresa tra i due e gli otto anni. Il bambino si crea un compagno di giochi invisibile, con il quale gioca e parla, pur essendo consapevole che egli non esiste nella realtà ma solo nella sua fantasia.

  • Il doudou... che cos'é?

    L’oggetto transizionale, che possiamo chiamare doudou, risulta importante per aiutare il bambino nella gestione del disagio dato dalla separazione dalla mamma e per sentirsi rassicurato. Il genitore dovrebbe quindi dare molta importanza a tale oggetto e non dimenticarlo mai in caso di viaggi, visite dal pediatra, inserimento al nido, primi giorni della scuola dell’infanzia.

  • Non voglio andare a scuola!

    Succede a volte che un bambino non abbia voglia andare a scuola: piange, fa i capricci, dice di avere mal di pancia oppure mal di testa. Talvolta questi sintomi sono “inventati” (e sono una scusa per restare a casa), altre volte possono essere reali e quindi possono rappresentare una spia che ci dice che qualcosa effettivamente “non va”.

  • Che sonno...

    Per molti genitori (tranne pochi “fortunati”!) il sonno dei propri figli, soprattutto se piccoli, rappresenta un problema: bambini che non vogliono assolutamente dormire, altri che non riescono proprio ad addormentarsi nella cameretta e vogliono sempre la mamma mettendo a dura prova la pazienza (e le ore di sonno) dei loro genitori.